mercoledì 22 novembre 2017

L.R. n. 16/2017 Sardegna - Testo unico del sistema turistico regionale - Focus su attività Extralberghiere

Entra in vigore la Legge regionale 28 luglio 2017, n. 16. Per le strutture Extralberghiere sono previsti gli articoli dal 16 al 19, in attesa delle Direttive di Attuazione della Legge - Le principali novità. 


di Stefano Calandra - www.aibba.it
 (Informazioni generali per i non abbonati - per abbonarsi cliccare QUI )
 


Un potenziale gestore che intenda aprire una nuova attività di Bed and Breakfast/Appartamento Turistico in Sardegna ha ora come riferimento una nuova normativa: la L.R. n. 16/2017 SARDEGNA.
Si è ancora in attesa del nuovo Regolamento attuativo: pertanto fino a quando non sarà emanato, vale ancora la vecchia normativa LR. 27/1998.

Questa nuova normativa in specie per l'Extralberghiero non comporta grandi discontinuità con la precedente, salvo in tema di Affittacamere, ora chiamati "Domos", con servizi limitati al pernottamento ed eventuale prima colazione.
Non risolto il nodo della gestione di 1 o 2 appartamenti Casa Vacanze, di fatto "assorbita" dalla formula "Domo".
Viene introdotta nella normativa la dicitura "Bed and Breakfast", con una gestione in abitazione di residenza e domicilio abituale di un max di 3 camere e 10 letti.
La gestione di Case Vacanza è permessa invece, come era prima, da 3 appartamenti in su.

Infine, con l'art. 25 si è voluto chiarire che non sono tollerate commistioni tra  affitto di appartamenti Turistici e strutture ricettive. All'art. 26 sono previste apposite sanzioni qualora si esorbiti dall'esercizio corretto.
Regolamento di attuazione della LR: in attesa di emanazione. Qui in questa pagina non appena uscirà. 
---------------------------------------------------------------------------

Vecchia normativa:

---------------------------------------------------------------------------
Novità principali L.R. n. 16/2017 Sardegna:

Affittacamere  (art. 20)
  • Immutata la destinazione di civile abitazione
  • Possibilità di aprire in una o più unità immobiliari
  • Massima capacità: 6 camere e 12 letti
  • Gestione: possibile sia con o senza IVA (per info su come decidere con/senza IVA, vedi qui). NOTA: La forma non imprenditoriale è vietata dalla'AdE!
  • Non ammessa la somministrazione.
  • Divieto di affitto dell'intero appartamento, obbligatorio l'affitto a camere (no uso cucina quindi).
Bed and Breakfast (Art. 21)
  • Immutata la destinazione di civile abitazione
  • Il titolare ha la residenza e ivi dimora abitualmente, riservando per se stesso almeno una camera da letto non fittizia.
  • Gestione senza P. IVA, massima capacità: 3 camere e 6 letti
  • Gestione con P. IVA, massima capacità: 5 camere e 10 letti
  • Gestione: possibile sia con o senza IVA (per info su come decidere con/senza IVA, vedi qui).
 Dimore Storiche (Art. 32)
  • Gestione: possibile con e senza Partita IVA
  • Ammessa la somministrazione per i soli alloggiati, solo nelle strutture imprenditoriali: si attende il regolamento attuativo per maggiori specifiche.
  • Strutture di civile abitazione solo se non imprenditoriali, altrimenti richiesto il cambio di destinazione d'uso al catasto.  
  • Il massimo di capienza: in attesa del regolamento   
Case Vacanza - CAV (Art. 19)
  • Immutata la destinazione di civile abitazione
  • Gestione senza P. IVA, massima capacità: 2 appartamenti
  • Gestione con P. IVA, minima capacità: 3 appartamenti
  • Gestione: possibile sia con o senza IVA (per info su come decidere con/senza IVA, vedi qui).
  • affitto solo a corpo, non per stanze
  • non può esservi residenza nè domicilio del titolare
  • Non ammessa la somministrazione 
  • capienza max: quella del certificato di agibilità, con max 2 letti removibili in zona giorno.
Locazioni di appartamenti turistici (Art. 70)
  • Destinazione di civile abitazione
  • Obbligatoria "Comunicazione" al Comune di inizio locazione: in attesa di Regolamento per le specifiche.
  • Gestione: possibile sia con o senza IVA (per info su come decidere con/senza IVA, vedi qui). 
  • Possibile l'apertura senza IVA di massimo 2 appartamenti
  • Con P. IVA da 3 appartamenti in su
  • Divieto di fornire servizi complementari, quali pulizie e biancheria (ci sono le CAV per questo)
Altri aspetti:
Semplificazione amministrativa: la Scia, la Segnalazione Certificata di Inizio Attività. Da oggi per poter aprire una nuova struttura ricettiva extralberghiera basterà presentare la SCIA, che raccoglie in un unico procedimento la segnalazione dell’avvio dell’attività e l’autocertificazione della tipologia ricettiva e della denominazione della nuova struttura. Alla Scia è da allegare la tabella dei requisiti di classificazione (in attesa del nuovo regolamento).
Sempre necessaria la relazione asseverata di un Geometra/Architetto sull'idoneità dell'immobile ai requisiti tecnici, di sicurezza, igienici ed antincendio, da allegare alla SCIA.

[AIBBA&AgICAV segue tutta la pratica di apertura, le verifiche di idoneità urbanistiche, tecniche, giuridiche e fiscali necessarie alla presentazione della SCIA ad EUR 250 + IVA, in soli 7-8 gg. lavorativi. Servizio rivolto solo agli abbonati con quota Completa, vedi QUI].

Obbligatoria la stipula di una polizza RC a tutela degli ospiti
L'art. 36, c. 6  della LR obbliga gli esercenti le attività ricettive di creare un'apposita targa (con dimensioni e materiale a piacere), ma con i contenuti obbligatori previsti dall'art. 17, c. 3. Da apporre all'esterno della struttura.
Altri obblighi dei gestori di attività extralberghiere
L'art. 39 definisce le sanzioni relative alla scorretta gestione delle attività di B&B/Affittacamere/Case Vacanze e Locazioni Turistiche.

Vuoi sapere se il tuo immobile è ancora idoneo a diventare Affittacamere, B&B, Locazione Turistica o casa vacanze?  
Puoi ottenere la risposta in 5 giorni lavorativi mediante il nostro servizio di geometra a distanza: clicca QUI per maggiori informazioni.

Ulteriori approfondimenti consulenze sono disponibili su abbonamento, BASE o COMPLETO. Qui trovi maggiori informazioni sui servizi offerti dalla mia agenzia AIBBA&AgICAV.
 
(compila il modulo sottostante per info su come proseguire ad avere info e ricevere assistenza per aprie il tuo B&B/Affittacamere/Appartamento Vacanze).
-------------------------------------------------------------------
http://www.aibba.it/corpo.php?link=file/contattaci.html
----------------------------------------------------------------  



Cordiali saluti a tutti!


Stefano Calandra* - AIBBA&AgICAV, Email: calandra@aibba.it

* Presidente (1999-2010) e fondatore di ANBBA - Associazione Nazionale Bed & Breakfast Affittacamere,  di AICAV - Associazione Italiana Case Vacanza (Fondatore e Consigliere nazionale 2005-2011), di ABBAV - Associazione B&B del Veneto (fondatore e presidente 2003-2010); Fondatore (2011) e titolare di AIBBA&AgICAV - Agenzia Nazionale dei Bed & Breakfast, Affittacamere e Case Vacanza.
© Stefano Calandra (chi è? Clicca QUI) - www.aibba.it 

lunedì 20 novembre 2017

L.R. n. 08/2017 UMBRIA - Testo unico del sistema turistico regionale - Focus su attività Extralberghiere (PER NON ABBONATI)

Entra in vigore sul BUR Umbria n. 28, S.o. n. 1 del 12/07/2017 la Legge regionale 10 luglio 2017, n. 8. Per le strutture Extralberghiere sono previsti gli articoli dal 17 al 40 - Le principali novità. 


di Stefano Calandra - www.aibba.it
 (Informazioni generali per i non abbonati - per abbonarsi cliccare QUI )
 


Un potenziale gestore che intenda aprire una nuova attività di Bed and Breakfast/Affittacamere/Appartamento Turistico in Umbria ha ora come riferimento una nuova normativa: la L.R. n. 08/2017 UMBRIA.
Si è ancora in attesa del nuovo Regolamento attuativo: pertanto fino a quando non sarà emanato, vale ancora il vecchio regolamento del  2013.

Questa nuova normativa in specie per l'Extralberghiero comporta delle  discontinuità con la precedente, soprattutto in tema di regolamentazione fiscale (Iva/non IVA) della gestione delle strutture extralberghiere. Ma pur in questa volontà di aggiornare la normativa, la Regione ha sbagliato novamente su diversi fronti. In particolare si vede bene che non si è ben rapportata con l'AdE per gli aspetti fiscali. Più sotto facciamo il punto anche su questo.
La rielaborazione del testo si era resa necessaria pure a seguito di novità, sorte anche in altre regioni, per la conformazione giuridica degli Appartamenti Turistici senza servizi.

Certamente, è stata confermata una decisione molto restrittiva e cioè quella di vietare la somministrazione di ulteriori pasti, al di fuori della prima colazione, agli Affittacamere; consentendo di fatto il cd. "regime di mezza pensione", solo agli hotel. 
La differenza tra B&B ed Affittacamere ora consiste principalmente nel fatto che un Affittacamere NON somministra pasti, mentre un'attività si denominerà "Bed and Breakfast" se somministrerà la prima colazione, a questo punto in via obbligatoria e non accessoria. Il B&B NON potrà quindi somministrare nè seconde colazioni, nè pranzi.
L'Affittacamere in Umbria quindi si riduce al solo pernottamento attrezzato di pulizie e biancheria.
Infine, con l'art. 40 si è voluto disciplinare e chiarire maggiormente la modalità di affitto di appartamenti Turistici, con pesanti sanzioni qualora si esorbiti dall'esercizio corretto.
Regolamento di attuazione della LR: in attesa di emanazione. Qui in questa pagina non appena uscirà. 
---------------------------------------------------------------------------
Vecchia normativa:
·      LEGGE REGIONALE  n. 13 del 12 luglio 2013: vedi QUI il testo 
·      Breve commento di Stefano Calandra alla vecchia legge regionale Umbria.
---------------------------------------------------------------------------
Novità principali L.R. n. 08/2017 UMBRIA:

Affittacamere  (art. 20)
  • Immutata la destinazione di civile abitazione

(Omissis...)

L'articolo completo è disponibile per gli abbonati.


Non sei abbonato AIBBA&AgICAV? Qui trovi maggiori informazioni sui servizi offerti dalla mia agenzia AIBBA&AgICAV)


Vuoi sapere se il tuo immobile è ancora idoneo a diventare Affittacamere, B&B, Locazione Turistica o Casa Vacanze?
Puoi ottenere la risposta in tre giorni lavorativi mediante il nostro servizio di geometra a distanza: clicca QUI per maggiori informazioni.

Ulteriori approfondimenti consulenze sono disponibili su abbonamento, BASE o COMPLETO. Qui trovi maggiori informazioni sull'apertura di una nuova attività extralberghiera.
  
Compila il modulo sottostante per info su come proseguire ad avere info e ricevere assistenza per aprie il tuo B&B/Affittacamere/Appartamento Vacanze.

-------------------------------------------------------------------
http://www.aibba.it/corpo.php?link=file/contattaci.html
----------------------------------------------------------------  




Cordiali saluti a tutti!


Stefano Calandra* - AIBBA&AgICAV, Email: calandra@aibba.it

* Presidente (1999-2010) e fondatore di ANBBA - Associazione Nazionale Bed & Breakfast Affittacamere,  di AICAV - Associazione Italiana Case Vacanza (Fondatore e Consigliere nazionale 2005-2011), di ABBAV - Associazione B&B del Veneto (fondatore e presidente 2003-2010); Fondatore (2011) e titolare di AIBBA&AgICAV - Agenzia Nazionale dei Bed & Breakfast, Affittacamere e Case Vacanza.
© Stefano Calandra (chi è? Clicca QUI) - www.aibba.it 

L.R. n. 08/2017 UMBRIA - Testo unico del sistema turistico regionale - Focus su attività Extralberghiere

Entra in vigore sul BUR Umbria n. 28, S.o. n. 1 del 12/07/2017 la Legge regionale 10 luglio 2017, n. 8. Per le strutture Extralberghiere sono previsti gli articoli dal 17 al 40 - Le principali novità. 


di Stefano Calandra - www.aibba.it
 (Informazioni generali per i non abbonati - per abbonarsi cliccare QUI )
 


Un potenziale gestore che intenda aprire una nuova attività di Bed and Breakfast/Affittacamere/Appartamento Turistico in Umbria ha ora come riferimento una nuova normativa: la L.R. n. 08/2017 UMBRIA.
Si è ancora in attesa del nuovo Regolamento attuativo: pertanto fino a quando non sarà emanato, vale ancora il vecchio regolamento del  2013.

Questa nuova normativa in specie per l'Extralberghiero comporta delle  discontinuità con la precedente, soprattutto in tema di regolamentazione fiscale (Iva/non IVA) della gestione delle strutture extralberghiere. Ma pur in questa volontà di aggiornare la normativa, la Regione ha sbagliato novamente su diversi fronti. In particolare si vede bene che non si è ben rapportata con l'AdE per gli aspetti fiscali. Più sotto facciamo il punto anche su questo.
La rielaborazione del testo si era resa necessaria pure a seguito di novità, sorte anche in altre regioni, per la conformazione giuridica degli Appartamenti Turistici senza servizi.

Certamente, è stata confermata una decisione molto restrittiva e cioè quella di vietare la somministrazione di ulteriori pasti, al di fuori della prima colazione, agli Affittacamere; consentendo di fatto il cd. "regime di mezza pensione", solo agli hotel. 
La differenza tra B&B ed Affittacamere ora consiste principalmente nel fatto che un Affittacamere NON somministra pasti, mentre un'attività si denominerà "Bed and Breakfast" se somministrerà la prima colazione, a questo punto in via obbligatoria e non accessoria. Il B&B NON potrà quindi somministrare nè seconde colazioni, nè pranzi.
L'Affittacamere in Umbria quindi si riduce al solo pernottamento attrezzato di pulizie e biancheria.
Infine, con l'art. 40 si è voluto disciplinare e chiarire maggiormente la modalità di affitto di appartamenti Turistici, con pesanti sanzioni qualora si esorbiti dall'esercizio corretto.
Regolamento di attuazione della LR: in attesa di emanazione. Qui in questa pagina non appena uscirà. 
---------------------------------------------------------------------------

Vecchia normativa:
·      LEGGE REGIONALE  n. 13 del 12 luglio 2013: vedi QUI il testo 
·      Breve commento di Stefano Calandra alla vecchia legge regionale Umbria.
---------------------------------------------------------------------------
Novità principali L.R. n. 08/2017 UMBRIA:

Affittacamere  (art. 20)
  • Immutata la destinazione di civile abitazione
  • Possibilità di aprire in una o più unità immobiliari
  • Massima capacità: 6 camere e 12 letti
  • Gestione: possibile sia con o senza IVA (per info su come decidere con/senza IVA, vedi qui). NOTA: La forma non imprenditoriale è vietata dalla'AdE!
  • Non ammessa la somministrazione.
  • Divieto di affitto dell'intero appartamento, obbligatorio l'affitto a camere (no uso cucina quindi).
Bed and Breakfast (Art. 21)
  • Immutata la destinazione di civile abitazione
  • Il titolare ha la residenza e ivi dimora abitualmente, riservando per se stesso almeno una camera da letto non fittizia.
  • Gestione senza P. IVA, massima capacità: 3 camere e 6 letti
  • Gestione con P. IVA, massima capacità: 5 camere e 10 letti
  • Gestione: possibile sia con o senza IVA (per info su come decidere con/senza IVA, vedi qui).
 Dimore Storiche (Art. 32)
  • Gestione: possibile con e senza Partita IVA
  • Ammessa la somministrazione per i soli alloggiati, solo nelle strutture imprenditoriali: si attende il regolamento attuativo per maggiori specifiche.
  • Strutture di civile abitazione solo se non imprenditoriali, altrimenti richiesto il cambio di destinazione d'uso al catasto.  
  • Il massimo di capienza: in attesa del regolamento   
Case Vacanza - CAV (Art. 19)
  • Immutata la destinazione di civile abitazione
  • Gestione senza P. IVA, massima capacità: 2 appartamenti
  • Gestione con P. IVA, minima capacità: 3 appartamenti
  • Gestione: possibile sia con o senza IVA (per info su come decidere con/senza IVA, vedi qui).
  • affitto solo a corpo, non per stanze
  • non può esservi residenza nè domicilio del titolare
  • Non ammessa la somministrazione 
  • capienza max: quella del certificato di agibilità, con max 2 letti removibili in zona giorno.
Locazioni di appartamenti turistici (Art. 70)
  • Destinazione di civile abitazione
  • Obbligatoria "Comunicazione" al Comune di inizio locazione: in attesa di Regolamento per le specifiche.
  • Gestione: possibile sia con o senza IVA (per info su come decidere con/senza IVA, vedi qui). 
  • Possibile l'apertura senza IVA di massimo 2 appartamenti
  • Con P. IVA da 3 appartamenti in su
  • Divieto di fornire servizi complementari, quali pulizie e biancheria (ci sono le CAV per questo)
Altri aspetti:
Semplificazione amministrativa: la Scia, la Segnalazione Certificata di Inizio Attività. Da oggi per poter aprire una nuova struttura ricettiva extralberghiera basterà presentare la SCIA, che raccoglie in un unico procedimento la segnalazione dell’avvio dell’attività e l’autocertificazione della tipologia ricettiva e della denominazione della nuova struttura. Alla Scia è da allegare la tabella dei requisiti di classificazione (in attesa del nuovo regolamento).
Sempre necessaria la relazione asseverata di un Geometra/Architetto sull'idoneità dell'immobile ai requisiti tecnici, di sicurezza, igienici ed antincendio, da allegare alla SCIA.

[AIBBA&AgICAV segue tutta la pratica di apertura, le verifiche di idoneità urbanistiche, tecniche, giuridiche e fiscali necessarie alla presentazione della SCIA ad EUR 250 + IVA, in soli 7-8 gg. lavorativi. Servizio rivolto solo agli abbonati con quota Completa, vedi QUI].

Obbligatoria la stipula di una polizza RC a tutela degli ospiti
L'art. 36, c. 6  della LR obbliga gli esercenti le attività ricettive di creare un'apposita targa (con dimensioni e materiale a piacere), ma con i contenuti obbligatori previsti dall'art. 17, c. 3. Da apporre all'esterno della struttura.
Altri obblighi dei gestori di attività extralberghiere
L'art. 39 definisce le sanzioni relative alla scorretta gestione delle attività di B&B/Affittacamere/Case Vacanze e Locazioni Turistiche.

Vuoi sapere se il tuo immobile è ancora idoneo a diventare Affittacamere, B&B, Locazione Turistica o casa vacanze?  
Puoi ottenere la risposta in 5 giorni lavorativi mediante il nostro servizio di geometra a distanza: clicca QUI per maggiori informazioni.

Ulteriori approfondimenti consulenze sono disponibili su abbonamento, BASE o COMPLETO. Qui trovi maggiori informazioni sui servizi offerti dalla mia agenzia AIBBA&AgICAV.
 
(compila il modulo sottostante per info su come proseguire ad avere info e ricevere assistenza per aprie il tuo B&B/Affittacamere/Appartamento Vacanze).
-------------------------------------------------------------------
http://www.aibba.it/corpo.php?link=file/contattaci.html
----------------------------------------------------------------  



Cordiali saluti a tutti!


Stefano Calandra* - AIBBA&AgICAV, Email: calandra@aibba.it

* Presidente (1999-2010) e fondatore di ANBBA - Associazione Nazionale Bed & Breakfast Affittacamere,  di AICAV - Associazione Italiana Case Vacanza (Fondatore e Consigliere nazionale 2005-2011), di ABBAV - Associazione B&B del Veneto (fondatore e presidente 2003-2010); Fondatore (2011) e titolare di AIBBA&AgICAV - Agenzia Nazionale dei Bed & Breakfast, Affittacamere e Case Vacanza.
© Stefano Calandra (chi è? Clicca QUI) - www.aibba.it